Le proprietà dello zenzero

zenzero proprietà tagliato in un cucchiaino

Proprietà dello zenzero: è rinfrescante, tonificante e poi aiuta a digerire. Ecco tutti i benefici dello zenzero che devi conoscere per creare la tua tisana zenzero buonissima ma soprattutto fatta in casa!

La tisana allo zenzero, è adatta a tutti, con questo articolo scoprirai perché devi berla e come poter coltivare questa pianta in casa e avere una produzione totalmente naturale. I benefici dello zenzero sono così tanti che in tempi non molto recenti gli indiani lo usavano come simbolo di purificazione. Stavano ore a masticare le radici per sentirsi puliti e poter finalmente dialogare con gli dei.

Quali sono le proprietà dello zenzero?

è una pianta erbacea perenne, alta circa 90cm e appartenente alla famiglia delle Zingiberacee. Non richiede particolari cure, è ottima per preparare tisane e insaporire moltissimi piatti. Proprio per questo dobbiamo conoscere come coltivare lo zenzero anche in vaso per averlo sempre fresco a disposizione.

Lo zenzero ha molte proprietà curative:

è antitumorale, ha una funzione protettiva contro i tumori del colon retto.

è un digestivo e amarotonico, per questo è indicato nei soggetti che soffrono di nausea. Il reflusso gastroesofageo può essere tenuto sotto controllo grazie all’assunzione di una tisana allo zenzero.

fa passare il raffreddore e allevia la febbre. Riesce a sciogliere il catarro e per questo è adatto se si ha una forte tosse. Nel frattempo aiuta a far passare l’infiammazione alla gola

Lo zenzero abbassa i livelli di colesterolo nel sangue e diminuisce la pressione sanguigna, per questo è l’alleato perfetto per il cuore.

Come coltivare lo zenzero

Il procedimento per coltivare lo zenzero sembra molto semplice ma devi conoscere alcuni piccoli accorgimenti. Fai in modo che la temperatura non scenda mai sotto i 15° e che la pianta abbia a disposizione sufficiente calore. Il terreno deve essere ricco e umido però sempre facendo attenzione ai ristagni d’acqua che possono portare funghi e malattie. Meglio un tipo di terriccio argilloso-sabbioso ben drenato e mischiarlo con abbondante compost.

Prima di tutto dobbiamo procurarci un rizoma ovvero le radici dello zenzero con qualche germoglio. Meglio comprare radici naturali per essere sicuri che non sono trattati con sostanze che possono ritardare la germogliazione.

Il tempo perfetto per coltivare lo zenzero è la fine dell’inverno, la primavera fino all’inizio dell’estate. Per iniziare la coltivazione bisogna trovare un vaso molto capiente e profondo, interriamo i rizomi a qualche centimetro dalla superficie. L’irrigazione dovrà avvenire ogni 2 giorni, evitando nelle giornate di pioggia.

Dopo circa cinque o sei mesi potrete effettuare la raccolta, eliminare gli steli per poter riusare il rizoma.

coltivare-zenzero-in-vaso

Ora sai tutto per coltivare questa fantastica pianta e averla sempre a disposizione per una bella tisana.

Cosa contiene? Contiene acqua, carboidrati, proteine, amminoacidi, diversi sali minerali tra cui manganese, calcio, fosforo, sodio, potassio, magnesio, ferro e zinco, vitamine del gruppo B, vitamina E e olio essenziale.

–> Leggi anche come coltivare in vaso <—

Come preparate una tisana allo zenzero

tisana-zenzeroOra che abbiamo la nostra radice laviamola per bene e tagliamo un dischetto di 5 grammi. Facciamo bollire l’acqua in un pentolino oppure grazie un bollitore elettrico e successivamente immergiamo il disco tagliato all’interno della nostra tazza. Lasciamo che il sapore intenso dello zenzero si disperda in acqua per 3 o 5 minuti, a seconda dell’intensità che volete raggiungere. Per palati più forti si può aggiungere dello zucchero o del miele.

Ha un gusto leggermente piccante, viene usato per arricchire moltissimi piatti a base di carne, pesce o verdure. Ricordate il biscotto di natale? L’omino e la cassetta allo zenzero è il dolce più famoso della festa dicembrina.

Zenzero, le controindicazioni

L’importante è non abusare, ci sono alcune controindicazioni da non sottovalutare. Ci sono soggetti allergici a cui compaiono grossi rossori ed eruzioni cutanee. Anche per soggetti  che non hanno problemi però è meglio limitarne  il consumo. Infatti può dare molti fastidi allo stomaco, provocare gastrite e gonfiori intestinali. Non si deve assumere in vicinanza con farmaci antinfiammatori e ipotensivi. Se si ha uno di questi sintomi bisogna subito consultare il medico. Se si soffre di ulcera non si deve assolutamente bere o mangiare alimenti con zenzero e limone, i sintomi potrebbero anche peggiorare.

Zenzero e limone, cosa succede assumendoli ogni giorno

zenzero-e-limonePer potenziare ancora di più la nostra bevanda per star bene possiamo aggiungere qualche goccia di limone. Perché dovremmo assumerli ogni giorno? Aiutano a disintossicare l’organismo e attivano il metabolismo. Proprio per questo chi vuole perdere peso e bruciare facilmente i grassi deve bere un bicchiere di acqua con dello zenzero grattugiato e il limone. Aiuta le donne a moderare i sintomi mestruali, e il limone ricco di vitamina C stimola il fegato. Quando berlo? Appena svegli sarebbe il momento ideale, il limone aiuta ad assorbire meglio il ferro dai grassi vegetali per questo può essere assunto durante i pasti. Ad esempio nei piatti ricchi di legumi, è consigliato interrompere il pasto e bere un bicchiere di acqua con il limone.

Leave a Comment