Come coltivare l’ulivo in vaso tutto l’anno

L’ulivo è una pianta molto conosciuta per il significato storico e per ciò che nasce dai suoi rami, le olive. Un ramoscello di ulivo è simbolo della pace per chi professa la religione cristiana, viene regalato nel periodo pre-pasquale ed è raffigurato spesso insieme alla colomba. È una pianta sempreverde dalla crescita lenta con radici estese e superficiali, per queste sue caratteristiche può essere coltivata anche in vaso per uso personale. Le olive che produce sono amare per questo devono essere trattate prima del consumo in cucina, ma scopriamo subito come coltivarla nel nostro terrazzo.

Coltivare l’ulivo in terrazzo: terreno ed esposizione

La pianta cresce molto bene nella zona mediterranea in quanto predilige climi temperati caldi. Ama stare al sole ma deve stare al riparo da venti freddi e improvvise gelate, per questo in inverno è consigliato spostare il vaso vicino a un muro o ad una finestra per fornire più calore e collocare alla base una pacciamatura di paglia o fogliame per proteggere le radici. Per evitare che le foglie congelino durante i periodi molto freddi si può spruzzare dell’ossicloruro di rame sulle foglie.

L’irrigazione non è particolarmente complessa ma deve ricevere più attenzioni durante i primi anni di vita, infatti deve ricevere dell’acqua ogni due settimane in estate e una volta al mese in autunno. Si deve fare particolare attenzione ai ristagni d’acqua, l’eccesso non è mai portatore di buone novelle per questo conviene annaffiare solo quando il terreno è secco e deve essere ben drenato.

L’olivo predilige terra calcarea, leggera e che faccia passare facilmente l’acqua composto da metà terriccio universale e per l’altra metà da torba, sabbia, lapillo e letame maturo che fornirà tutti i nutrienti necessari per la pianta. Per farla crescere rigogliosa si avrà bisogno di un fertilizzante liquido a base di azoto, fosforo e potassio che può essere diluito con l’acqua per le annaffiature.

Ulivo in vaso: la manutenzione ordinaria

L’alberello di ulivo può essere potato per darle la forma che più desideri, i primi anni le potature dovranno essere più frequenti mentre se si deve trattare un esemplare già adulto ci limiteremo a tagliare i rami sciupati, secchi o irregolari. Spesso un occhio attento può salvare l’albero da fastidiose malattie.